Hal 9000

HAL 9000 è il supercomputer di bordo della nave spaziale Discovery nel film 2001 Odissea nello spazio.
Il suo nome è l'acronimo per Heuristic ALgorithmic" ("algoritmo euristico").
HAL 9000 entra in funzione alle "Officine HAL" di Urbana, Illinois, il 12 gennaio 1992, ed è dotato di un'intelligenza artificiale che gli consente di governare l'astronave "Discovery 1", per condurla durante la missione spaziale, dialogando con gli astronauti (parla con una voce totalmente umana) e tenendo sotto il suo controllo ogni aspetto della missione, dai più piccoli ai più importanti.
HAL, macchina teoricamente incapace di commettere errori (gli elaboratori della serie 9000 sono noti per non aver mai commesso errori o alterato informazioni anche in maniera irrilevante), ne commette uno per la prima volta quando rileva un inesistente guasto all'elemento AE-35 dell'antenna principale della Discovery, diventando improvvisamente inaffidabile per l'equipaggio e per il controllo missione sulla Terra.
In 2010 il dottor Chandra, creatore e primo istruttore di HAL, denuncia un'intromissione della Casa Bianca nelle direttive impartite al computer (che lo stesso Chandra ha riattivato), dimostrando che il malfunzionamento è da attribuirsi esclusivamente da ordini errati contrari all´etica della missione.